Posted on Lascia un commento

Gioielli Vintage

IL POTERE DEI GIOIELLI
I gioielli hanno una vita propria, sono appartenuti ad altre persone, e dopo un lungo girovagare arrivano intorno al nostro collo, ai polsi, e a riempirsi anche delle nostre vite. Che cosa c’è di più emozionate?» Lo dice Chichi Meroni, un passato da designer di interni, oggi direttrice artistica di L’Arabesque, boutique milanese di culto, che unisce bijoux d’epoca, abiti vintage, libri introvabili, fragranze, design e molto altro ancora.
Collezionista di gioielli non preziosi da sempre, chi dice a Grazia, con un tono di voce che tradisce un po’di emozione: «Ho troppe cose da raccontare e non so bene da dove partire, ma è tutta colpa di mia madre se ho coltivato la passione per i gioielli.

Ero una bambina e il miglior amico della mamma era Giuliano Fratti, tra i
maggiori bigiottieri italiani di metà Novecento. Andavo spesso a vedere con lei i gioielli che lui realizzava per l’alta moda ed è stato allora che è scattato qualcosa. Che all’inizio era puro divertimento, visto che ero così giovane, e poi con il del tempo è diventato un vero e proprio studio» Negli Anni 70 e 80 del secolo scorso la moda poneva bigiotteria d’autore che si indossavano con grande divertimento. Materiali nuovi e forme modernissime ispirate all’arte contemporanea e al design, talvolta anche molto bizzarre, hanno la strada alla creatività dei gioielli non preziosi. Chichi è stata tra la prime a intuire che moda e design potevano creare un bel corto circuito..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *